Il grande ritorno del Cirque Bidon in Italia dopo 15 anni

Pubblicato il 8 giugno 2016 - da
0 0 0 No comments

Dal 10 Giugno un tributo al Nuovo Circo e alle sue origini con una tournee di 3 mesi tra Lombardia, Piemonte ed Emilia Romagna 

Senza-titolo-27

Roma, 8 Giugno  – L’estate 2016 vedrà il ritorno in Italia di François Rauline Bidon e il suo onirico circo a bordo di carovane trainate da cavalli. Un grande evento culturale che copre tre regioni, decine di comuni e tre mesi di spettacoli quotidiani, un tributo al circo contemporaneo e a colui che per primo cambiò il modo di fare circo e lo portò in Italia, oltre 30 anni fa. La tournée, presentata nell’ambito di La Francia in scena – la stagione artistica dell’Institut français Italia realizzata su iniziativa dell’Ambasciata di Francia in Italia – si aprirà l’11 giugno a Brescia a La Strada Festival (dove il Cirque Bidon sarà in scena fino al 18 giugno), anticipata da un incontro che ha come ospite d’eccezione François, dal titolo “Cirque Bidon. Teatro d’arte e di poesia” per spostarsi poi, dall’1 al 10 luglio, in Piemonte a Mirabilia, uno dei primi festival di circo e arti performative e poi in Emilia Romagna, regione in cui il ricordo di Francois e del suo circo è ancora vivissimo. La tournée si chiuderà al festival Tutti Matti per Colorno dal 2 al 6 settembre ma prima di tornare in Francia, a grande richiesta, il Cirque Bidon passerà per il Festival Letteratura di Mantova (7-11 settembre), dove era già stato ospite nelle prime edizioni. “La bulle de rêve” è il titolo del nuovo spettacolo del Cirque Bidon, che arriverà in Italia con nuove storie e nuove acrobazie, con artisti che volteggiando fino a toccare il cielo in una scena circense senza chapiteaux, consegneranno nelle mani del pubblico, grandi e piccini, un’infinità di stelle. Stelle che potranno guidare gli uomini a realizzare i propri sogni… come racconta la nuova pièce. La tournée, corredata da approfondimenti culturali, incontri pubblici e seminari e tanta tanta strada a cavallo nei paesi del nord Italia, è prodotta dal Festival Tutti Matti per Colorno e co-organizzata da C.L.A.P.Spettacolodalvivo circuito Lombardia e ATER Emilia Romagna. Altri partner che sostengono la tournée sono Mirabilia Festival, l’Associazione dei Comuni Virtuosi, il master in web communication dell’Università di Parma e Banca Etica con il bando per il crowdfunding attivo sulla piattaforma Produzioni dal Basso https://www.produzionidalbasso.com/project/tutti-matti-per-il-cirque-bidon/ Teatro d’arte e di poesia che si sposta di paese in paese su carovane trainate esclusivamente da cavalli, il Cirque Bidon nasce in Francia negli anni ’70 quasi in contrapposizione al circo tradizionale, quello degli animali esotici e delle grandi famiglie circensi. Dopo poco François con i primi amici e artisti arriva in Italia e porta un mix di teatro, acrobazie, musica dal vivo e clownerie, quel format che poi darà vita al nuovo circo o circo contemporaneo oggi tanto amato e seguito in Italia e in Europa da tutto il pubblico. In effetti, molte compagnie di nuovo circo nate in Italia negli ultimi anni si sono ispirate ad un unico e indiscusso riferimento, François Bidon, padre del Cirque Bidon, che ha percorso il nostro Paese in lungo e in largo per oltre 20 anni ma che ora manca sulla scena nazionale da almeno 15 anni. C’è davvero tanta attesa nei paesi che ospiteranno di nuovo Cirque Bidon, c’è bisogno di incontri, di arte e di poesia, di lentezza, di volti e di gesti nuovi. Sul sito www.tuttimattipercolorno.it e sulla pagina facebook è possibile seguire le tappe della tournée, sulla piattaforma produzioni dal basso è possibile donare per portare il circo in altri paesi, per accaparrarsi una cena nella carovana degli artisti o un ferro di cavallo che ha attraversato i Pirenei. “La Francia in scena”, la stagione artistica dell’Institut français Italia, è realizzata su iniziativa dell’Ambasciata di Francia in Italia, con il sostegno dell’Institut français e del Ministère de la Culture et de la Communication, della Fondazione Nuovi Mecenati, della Sacem Copie Privée, della Commissione Europea (Creative Europe) e del Ministero dell’Istruzione italiano dell’Università e della Ricerca – Afam (MIUR – Afam).

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, a scopi pubblicitari e per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Per maggiori informazioni o negare il consenso, leggi l'informativa estesa. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Leggi informativa

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi