Valle Aurina scaccia noia: dieci idee più una

Pubblicato il 5 giugno 2016 - da
0 0 0 No comments

Fine estate in Alto Adige/Südtirol: dal 27 agosto all’8 ottobre 2016, c’è l’offerta Dolomiti Pustertal Active Special, con tante attività  e tre sono gratuite. Per vivere le Dolomiti tra adrenalina o svago

Senza-titolo-2

Roma, 5 Giugno – Che l’animo del turista sia quello avventuriero di Messner o selvaggio di Heidi, in Alto Adige/Südtirol la vacanza non annoia. Mai. Perché ci sono attività per tutti in mezzo a così tanta natura, anche per gli spiriti che non sanno stare fermi. Siamo in Valle Aurina, l’angolo più a Nord d’Italia, Regione turistica di Plan de Corones, nell’incantevole parte di Alto Adige/Südtirol che inizia da Lutago e sale fino a Predoi. Prenotando un soggiorno di almeno cinque notti dal 27 agosto all’8 ottobre 2016, tre attività dell’intera regione sono gratuite. Non attività qualunque, ma momenti irripetibili. E allora ecco dieci idee più una per una vacanza scaccia noia. Per chi ha l’animo avventuriero, il top è l’enorme parco-avventura Kron-Action, il più grande dell’Alto Adige, con tantissimi percorsi di tree climbing per grandi e piccini, dal metro e mezzo sino all’altissima quota per i più coraggiosi, vivendo l’emozione di camminare sugli alberi in sicurezza. Oppure, più classico ma sempre da batticuore, quattro ore di rafting sul fiume Rienza nella Bassa Val Pusteria. Per aumentare ancor di più il ritmo cardiaco ci si può lanciare da una pedana pensile a un’altra appesi a una carrucola, con i piedi sospesi nel nulla verso San Vigilio: non per niente si chiama Adrenaline X-treme Adventures ed è la zip-line più grande d’Europa. E ancora a tutta velocità, c’è l’Alpine Coaster Klausberg Flitzer, ovvero le montagne russe alpine più lunghe e spettacolari d’Italia, un bob su rotaie mozzafiato. Per chi invece ha uno spirito più Heidi e starebbe sempre in mezzo ai prati ad osservare la natura muoversi, ecco un’altra serie di proposte accattivanti. Come l’escursione al sorgere del sole a San Martin ad osservare gli animali selvatici quando l’alba colora le valli di rosa, un’esperienza che si può vivere anche a Terento con esperti cacciatori che conoscono i luoghi in cui vivono camosci e marmotte. Oppure riempirsi gli occhi di panorami senza pari, camminando di malga in malga a Speikboden, un’area che prende il nome dallo Speik, un piccolo ma resistente fiore montano che ricopre i prati con il suo violetto intenso. La Val Casies è un’altra escursione strepitosa, fatta di spazi immensi verdi, con colline dolci ai piedi di montagne rocciose imponenti, mentre per gli amanti del nordic walking, si parte da Valdaora, verso escursioni in alta quota o più tranquille: qui, ai piedi del Plan de Corones, c’è l’imbarazzo della scelta. È infatti il più grande parco d’Europa dedicato a questa attività sportiva, con oltre 275 km di sentieri, tra Falzes, Brunico, Valdaora e Rasun. Oppure, per toccare con mano la storia e la fatica, una visita all’ultimo dei sei musei allestiti da Reinhold Messner e dedicati alla montagna, l’MMM Corones. In una struttura che offre una vista spettacolare sulle grandi pareti delle Dolomiti e delle Alpi, come un terrazzo che si affaccia ad osservare la potenza della natura, il museo ripercorre la storia dell’alpinismo. E da qui, un’escursione a Corones, con gli occhi verso le guglie rocciose che sembrano toccare il cielo. Per finire con un’attività energizzante: si chiama “La natura sotto i piedi”, è un percorso Kneipp in Valle Anterselva per ricaricare tra acqua e asciutto le batterie del corpo.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *