UNICEF/Yemen: da marzo 2015 almeno 279 bambini sono stati uccisi per l’intensificarsi del conflitto.

Pubblicato il 17 giugno 2015 - da
0 0 0 No comments

Dichiarazione di Julien Harneis , Rappresentante UNICEF in Yemen

002YemenVersoManakhah-1024x768-535x30017 giungo 2015 – “Il numero di bambini uccisi in Yemen a causa del conflitto nelle ultime 10 settimane è di quattro volte superiore al numero confermato di bambini uccisi nel 2014. Almeno 279 bambini sono stati uccisi e 402 feriti con l’intensificarsi delle violenze in Yemen, dal 26 marzo 2015. Lo scorso anno il numero di bambini registrati era rispettivamente di 74 uccisi e 244 feriti. L’arruolamento e l’uso di bambini è anche sensibilmente aumentato. I bambini in Yemen sono utilizzati da gruppi armati, ai checkpoint o per il trasporto di armi. Nel 2014, 156 bambini sono stati reclutati e utilizzati in gruppi armanti, mentre nel 2015 questo numero è già raddoppiato a 318. I bambini continuano ad essere uccisi, mutilati o reclutati per i combattimenti. Dovrebbero seguire le lezioni a scuola e non provare a non esser colpiti dai proiettili in prima linea. Questi bambini sono il futuro dello Yemen, devono essere protetti e tenuti fuori dai pericoli. L’UNICEF accoglie positivamente la richiesta del Segretario Generale delle Nazioni Unite per una nuova pausa umanitaria durante il mese sacro del Ramadan per garantire assistenza fondamentale per raggiungere tutti gli yemeniti che hanno bisogno di aiuto e stabilire una tregua. Le violenze in Yemen non stanno solo devastando le vite di milioni di bambini, ma stanno creando terribili conseguenze, nel lungo periodo, per il loro futuro. L’UNICEF sottolinea di nuovo a tutte le parti in conflitto e a tutti coloro che possono esercitare un influenza la necessità di mettere fine alle violenze una volta e per tutte.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *