UNICEF su uccisione di 25 bambini a Deir-ez-Zor, nella Siria orientale

Pubblicato il 27 giugno 2016 - da
0 0 0 No comments

[AdSense-A]

I tre attacchi hanno colpito aree molto affollate, tra cui una moschea durante il momento della preghiera.

Senza-titolo-17

Secondo i partner locali dell’UNICEF in Siria, sabato 25 bambini sono stati uccisi in alcuni attacchi aerei sulla città di al-Quriyah, nella campagna orientale di Deir-ez-Zor. I tre attacchi hanno colpito aree molto affollate, tra cui una moschea durante il momento della preghiera. Gli operatori sanitari hanno dovuto estrarre i corpi dei bambini da sotto le macerie. In un contesto di intensificazione delle violenze, gli attacchi contro i bambini in Siria stanno diventando un’abitudine in un totale disprezzo per la vita dei bambini. Secondo il diritto internazionale umanitario, l’uccisione e la mutilazione di bambini è una grave violazione nei confronti dei bambini. Nulla giustifica gli attacchi sui bambini – non importa dove essi si trovino- né sotto quale potere vivano. L’UNICEF deplora questi attacchi e invita tutte le parti in conflitto a tenere i bambini fuori dai pericoli.

img_20150905_201037-syria

Sostieni la campagna UNICEF “BAMBINI IN PERICOLO” con donazioni su www.unicef.it/bambininpericolo

 

È possibile donare anche tramite:

– bollettino di c/c postale numero 745.000, intestato a UNICEF Italia,

– telefonando al Numero Verde UNICEF 800 745 000

–  bonifico bancario sul conto corrente intestato a UNICEF Italia su Banca Popolare Etica: IBAN IT51 R050 1803 2000 0000 0510 051.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *