UNICEF: LA RAI SOSTIENE LA CAMPAGNA DELL’UNICEF DAL 13 AL 19 NOVEMBRE

Pubblicato il 13 novembre 2017 - da
0 0 0 No comments

Campagna di raccolta fondi con numero solidale 45566

 

La RAI, con il supporto di Responsabilità Sociale RAI, sosterrà dal 13 al 19 novembre 2017 la Campagna di raccolta fondi dell’UNICEF a favore di tanti bambini “sperduti” in tutto il mondo, colpiti da conflitti, violenze, calamità o povertà, alla ricerca di una vita migliore.

L’UNICEF è impegnato ogni giorno a raggiungere questi bambini. Durante la settimana è possibile donare:

  • 2 euro per ciascun SMS al 45566 inviato da cellulari Wind Tre, TIM, Vodafone, CoopVoce e PosteMobile;
  • 5 o 10 euro per ciascuna chiamata effettuata al 45566 da rete fissa TIM, Wind Tre e Vodafone; 2 euro da rete fissa PosteMobile.

I fondi raccolti dall’UNICEF saranno destinati a vaccinare, fornire acqua potabile e cibo, curare, proteggere e garantire l’istruzione a tanti bambini e adolescenti “sperduti”. In particolare i fondi sosterranno progetti in 4 paesi:

 

  • Siria – Sette anni di guerra hanno colpito 6 milioni di bambini e un’intera generazione rischia di non avere un futuro. Oltre a garantire acqua, vaccinazioni e riparo per il rigido inverno, l’UNICEF promuove il supporto psicosociale, l’istruzione e la formazione.
  • Kenya – A causa di una siccità prolungata e della conseguente crisi alimentare oltre 370.000 bambini hanno bisogno di terapie nutrizionali contro la malnutrizione acuta, e l’UNICEF sostiene anche programmi di istruzione e lotta all’esclusione negli slums più poveri di Nairobi.
  • Brasile – La grande povertà, la violenza e la disuguaglianza, in particolare nelle zone urbane (favelas) di Rio e San Paolo, e nella regione semiarida del Sertao, vede l’UNICEF impegnato con programmi di nutrizione, acqua potabile e soprattutto per la creazione di spazi sicuri dove bambini e adolescenti possano andare a scuola e imparare al riparo dalla violenza.
  • Italia – L’UNICEF lavora ogni giorno per garantire sopravvivenza e sviluppo a tutti i bambini e le bambine, in particolare ai più vulnerabili, nei loro paesi di origine, durante le loro migrazioni e nei paesi che raggiungono. In Italia sosteniamo migliaia di minorenni stranieri non accompagnati con misure di assistenza, protezione e inclusione sociale.

 

“Un bambino è un bambino, non importa dove nasce o cresce, se il suo paese è in guerra o in pace. Ha gli stessi inalienabili diritti di tutti gli altri. Un bambino ha bisogno di cure, protezione, cibo, e per quanto sia schiavo, rifugiato o sfruttato nessuno può impedirgli di sognare”, dichiara Giacomo Guerrera, Presidente dell’UNICEF Italia. “Da oltre 70 anni l’UNICEF è impegnato a tutelare i diritti dei bambini a crescere sani, giocare, andare a scuola per trasformare i loro sogni e le loro aspirazioni in giuste opportunità”.

 

PRODIGI – Il prossimo 18 novembre su Rai 1 va in onda in prima serata “Prodigi-La Musica è Vita”, con protagonisti giovani talenti nel campo della musica, della danza, del canto e tanti testimonial UNICEF. Durante la trasmissione, verranno raccontate alcune storie di bambini e ragazzi che, dopo aver affrontato i drammi della guerra, della povertà e della violenza, hanno trovato nell’arte nuove speranze e nuove opportunità di crescita. Il programma è realizzato da Rai 1 in collaborazione con l’UNICEF Italia e Endemol Shine Italy.

 

Prodigi va in onda in una settimana molto speciale per i bambini, che culminerà il 20 novembre, giornata dell’anniversario della Convenzione sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza del 1989.

 

sito-web: www.unicef.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, a scopi pubblicitari e per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Per maggiori informazioni o negare il consenso, leggi l'informativa estesa. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Leggi informativa

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi