Un convegno sulla previdenza degli immigrati

Pubblicato il 7 dicembre 2013 - da
0 0 0 No comments

aaa-dx“Quale futuro previdenziale per gli immigrati: problemi e prospettive” è il tema dell’incontro di lunedì 9 dicembre, promosso da Ministero dell’Interno 

Roma, 6 dicembre – Si svolgerà lunedì 9 dicembre, presso la sede INAIL di Piazza Cinque Giornate a Roma, un convegno sul tema “Quale futuro previdenziale per gli immigrati: problemi e prospettive”. L’incontro è stato organizzato dal Ministero dell’Interno, Dipartimento Libertà Civili e Immigrazione, Direzione centrale per le Politiche dell’Immigrazione e dell’Asilo, nell’ambito del programma annuale dello European Migration Network. L’iniziativa, che verrà introdotta dal Vice Prefetto Alberto Bordi, si propone di richiamare una vasta attenzione del mondo sociale per i suoi contenuti e per l’impostazione dei lavori. Antonio Ricci (IDOS/EMN Italia) presenterà inizialmente i primi risultati di una ricerca sul rapporto tra immigrazione e previdenza sociale che si sofferma sulle diverse caratteristiche riguardanti attualmente i cittadini stranieri, prendendo in considerazione anche quanto è avvenuto nel passato. Le previsioni sull’accesso degli immigrati al pensionamento costituirà l’oggetto di una relazione di carattere demografico (Renato Marinaro, Caritas Italiana). Quindi verrà esposto il sistema degli accordi bilaterali in materia di sicurezza sociale (Salvatore Ponticelli, Direttore centrale INPS), mentre Angela Fucilitti (Dirigente INPS) e Maria Paola Nanni (Centro Studi e Ricerche IDOS) si soffermeranno su quattro rapporti dedicati ai lavoratori immigrati negli archivi previdenziali. È affidato a due avvocati (Lucio Barletta e Paolo Iafrate) l’esposizione della collocazione di un lavoratore straniero nell’ordinamento nazionale, anche alla luce delle convenzioni internazionali sottoscritte dall’Italia e dell’impulso dato dalla giurisprudenza per una loro interpretazione più aperta. A soffermarsi sui problemi e sulle prospettive che si presentano sarà la tavola rotonda finale, con la partecipazione dei rappresentanti degli istituti di patronato promossi dai sindacati, dalle ACLI e dalle altre associazioni (hanno confermato la partecipazione Piccinini per l’INCA-CGIL e Maria Marta Farfan, INAS-CISL). Franco Pittau (IDOS/EMN Italia) coordinerà i lavori.

 

Per informazioni

Centro Studi e Ricerche IDOS

[email protected]

+39/06/66514345 (int. 1-2)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *