Tramedautore – Il teatro delle regioni

Pubblicato il 20 luglio 2015 - da
0 0 0 No comments

Dal 21 al 26 luglio il Teatro Grassi e il Chiostro Nina Vinchi ospitano la XV edizione di Tramedautore

ImageProxyMilano, 20 luglio- Dal 21 al 26 luglio il Teatro Grassi e il Chiostro Nina Vinchi ospitano la XV edizione di Tramedautore. Quest’anno il festival raddoppia eccezionalmente la sua proposta con la rassegna “Teatro delle Regioni” per valorizzare, dinanzi al pubblico internazionale accorso a Milano per EXPO, la ricchezza e la molteplicità culturale del nostro paese. Saranno presentate sei realtà teatrali italiane provenienti da Friuli Venezia Giulia, Veneto, Emilia Romagna, Toscana, Campania e Sicilia che, ricorrendo a un uso inventivo delle lingue e dei linguaggi, hanno approfondito il legame con il loro territorio di provenienza. Apre il festival martedì 21 luglio lo spettacolo Il rione, opera prima di Annibale Ruccello, maestro napoletano della scrittura d’invenzione linguistica. Segue mercoledì 22, Felici ma furlans – LIVE di Alessandro Di Pauli e Tommaso Pecile, divertente excursus negli aspetti e nelle contraddizioni della friulanità contemporanea. Giovedì 23 luglio è in scena Trovata una sega! di e con Antonello Taurino, spettacolo a metà fra documento e cabaret, che ripercorre la famigerata ed esilarante vicenda dei falsi di Modigliani, ritrovati nei fossi di Livorno 30 anni fa. Si prosegue venerdì 24 luglio con Piccolo mondo alpino, dei fratelli Marta e Diego Dalla Via, in cui antico mondo montanaro e nevrosi postmoderne vengono restituiti con efficace ironia, grazie anche a un uso magistrale della lingua veneta, e Liberata, di Nicola Bonazzi del Teatro dell’Argine (25 luglio), storia di nervi e sangue permeata di fisicità irruenta e dialetto emiliano arcano. A chiudere, domenica 26 luglio, un altro grande maestro della drammaturgia italiana, Franco Scaldati, cui sarà dedicata la proiezione del film Franco Scaldati, ai confini della pietà e lo spettacolo tratto dal testo inedito dell’autore È la terra un’unica finestra.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *