TERREMOTO: A VISSO SI PATTINA SUL GHIACCIO ECOLOGICO GRAZIE AGLI SPAGNOLI

Pubblicato il 2 dicembre 2017 - da
0 0 0 No comments

Per Natale una pista di pattinaggio in ghiaccio ecologico a Visso donazione della spagnola Xtraice, in solidarieta’ alla localita’ marchigiana colpita dal sisma dell’ottobre 2018

di Romolo Martelloni

“Un’altra bella notizia dopo la consegna delle casette: Per Natale una pista di pattinaggio in ghiaccio ecologico a Visso. La installera’ la spagnola Xtraice, esprimendo cosi’ la solidarieta’ alla localita’ marchigiana colpita dal sisma dell’ottobre 2018″. Lo rende noto Maria Teresa Nori, portavoce degli sfollati dei comuni di Visso, Ussita e Castelsantangelo sul Nera. ”La pista – spiega Maria Teresa Nori – e’ completamente di ghiaccio ecologico di 200 mq. Forte e’ stata la collaborazione tra la societa’ Xtraice, l’associazione Sibil Iniziative e il Comune di Visso per permettere l’installazione di una pista di pattinaggio in modo da portare una nuova attivita’ ludica e di divertimento a Visso durante il periodo di Natale”.

Il progetto, sottolinea invece Pietro Ranci di Xtraice, si presenta come una forma di espressione della solidarieta’ nei confronti degli abitanti di Visso . ”E’ una pista all’avanguardia sotto l’aspetto ecologico – spiega Ranci – e dell’ innovazione, scommettendo su un materiale al 100 per cento ecologico e su di una propria animazione natalizia attraverso l’fferta di una attivita’ totalmente nuova e differente, amata tanto dai bambini quanto dagli adulti”. Praticamente sono piastre di ghiaccio sintetico autolubrificate

e nel corso della loro vita espellono un liquido lubrificante utile per permettere un ottimo scivolamento sulla pista, molto simile a quello su una pista di ghiaccio naturale.

In questo modo il comune di Visso, si schiera a favore della sostenibilità’ ambientale nel rispetto dei suoi concittadini e, si spera anche un po’ di turisti, e del Parco dei Sibillini, scegliendo questo tipo di superficie che non comporta alcun consumo di elettricita’, acqua ed emissioni di CO2. ”Concretamente – fa presente Ranci – una pista di ghiaccio tradizionale con queste caratteristiche consumerebbe circa 16.212 kilowatt; 19.000 litri d’acqua ed emetterebbe 4.8 tonnellate di CO2 nell’ atmosfera.

La pista verra’ inaugurata entro la prima decade di dicembre e sara’ operativa fino al 14 gennaio 2018.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, a scopi pubblicitari e per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Per maggiori informazioni o negare il consenso, leggi l'informativa estesa. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Leggi informativa

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi