Sovraffollamento carceri, Napolitano invia messaggio alle Camere

Pubblicato il 8 ottobre 2013 - da
0 0 0 No comments

napolitano_ansa_28sett_436.jpg_415368877Preannunciato durante la visita al carcere di Poggioreale arriva oggi il messaggio del presidente della Repubblica sulla situazione carceraria: Pietro Grasso lo leggerà in apertura lavori al Senato alle 16 di oggi

 Roma, 8 ottobre – Per la prima volta dall’inizio della sua rielezione Giorgio Napolitano utilizza una delle prerogative elencate nell’articolo 87 della Costituzione, che definisce i compiti del Presidente della Repubblica. Stamane Il segretario generale della Presidenza della Repubblica, Donato Marra, ha consegnato  ai presidenti di Camera e Senato un messaggio del capo dello Stato, sulla situazione di sovraffollamento carcerario del Paese. Uno strumento mai utilizzato nel primo settennato di presidenza di Giorgio Napolitano che, dopo la visita effettuata al carcere di Poggioreale a Napoli la settimana scorsa, ha deciso di dare seguito alle affermazioni espresse in quella sede. Durante quella visita aveva evidenziato come  il sovraffollamento degli istituti di pena fosse incompatibile con le normali condizioni di detenzione, rispettose della dignità umana. Aveva anche preannunciato la richiesta alle Camere di un provvedimento di clemenza, quanto mai necessario anche alla luce delle sanzioni comminate dalla Corte di Strasburgo a danno dell’Italia, in seguito a ricorsi presentati da alcuni detenuti. Messaggio che stamattina puntualmente è arrivato controfirmato dal presidente del Consiglio dei ministri, Enrico Letta, come specificato in una nota del Quirinale. Il messaggio presidenziale aprirà la seduta pomeridiana del Senato e sarà Pietro Grasso a darne lettura alle ore 16. Allo stesso modo la presidente Laura Boldrini in apertura di lavori alla Camera dei Deputati. Il messaggio di oggi interrompe un vuoto di ben 12 anni: l’ultimo  risale al 2001 quando l’allora  presidente Carlo Azeglio Ciampi inviò un messaggio sulla necessità di garantire maggior equilibrio nel sistema dell’informazione e della comunicazione in Italia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, a scopi pubblicitari e per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Per maggiori informazioni o negare il consenso, leggi l'informativa estesa. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Leggi informativa

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi