SISMA: GNA, E’ EMERGENZA ORDINARIA, BUROCRAZIA CI OSTACOLA

Pubblicato il 24 agosto 2017 - da
0 0 0 No comments

Nell’emergenza chi fa la differenza sono le organizzazioni di volontariato come la Guardia Nazionale Ambientale che sin dalle prime ore del 24 agosto era tra le macerie di Amatrice e che tutt’ora e’ presente in varie zone colpite dal sisma del 26 e del 30 ottobre 2016

di Romolo Martelloni

“Anche quest’anno l’Italia e’ stata segnata da un evento sismico purtroppo che ha colpito le zone circostanti la splendida Ischia. Come di consueti siamo tornati ‘nell’emergenza’ oramai ordinaria che interessa il nostro paese in caso di calamita’ e di moltissime altre situazioni che vengono appunto definite emergenza. Nell’emergenza chi fa la differenza sono le organizzazioni di volontariato come la Guardia Nazionale Ambientale che sin dalle prime ore del 24 agosto era tra le macerie di Amatrice e che tutt’ora e’ presente in varie zone colpite dal sisma del 26 e del 30 ottobre 2016”. Lo ha dichiarato Alberto Raggi, Presidente della Guardia Nazionale Ambientale che lamenta la troppa “vetocrazia” nei confronti delle associazioni di volontariato.

“Noi con i nostri volontari – ha continuato Raggi – ma come tante altre strutture come la,nostra, sosteniamo le popolazioni in particolar modo nelle zone rurali e di montagna, proteggendo spesso il bestiame , unica fonte di guadagno per molti contadini e allevatori che non si trovano più’ la stalla, oltre la casa. Ma spesso, quasi sempre, ci autofinanziamo e siamo costretti troppo spesso a lottare per la propria esistenza con i funzionari delle medesime amministrazioni dello Stato, bloccati in continuazione da mille cavilli burocratici molto spesso, in modo quasi vessatorio, inventati da funzionari locali e non previsti dalle norme”.  A questo punto, ha concluso il Presidente della GNA in chiave polemica “ci viene da chiedersi qual e’ veramente lo Stato: quello che ci riconosce con encomi per il nostro operato e applaude ai nostri interventi o quello dei funzionari che quotidianamente ci ostacolano nello svolgimento delle pratiche legate all’esistenza delle organizzazioni ?”

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, a scopi pubblicitari e per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Per maggiori informazioni o negare il consenso, leggi l'informativa estesa. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Leggi informativa

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi