Siria, Unicef : morti 12 bambini il primo giorno di scuola per attacco aereo

Pubblicato il 2 ottobre 2013 - da
0 0 - No comments

1b742abce932c1fbe79536edfc1533f7-kGVE-U1020625008046dW-330x185@LaStampa.itDichiarazione di Maria Calivis, Direttore Regionale dell’Unicef per il Nord Africa e il Medio Oriente

Roma, 2 ottobre  – “L’Unicef è sconcertato dalla notizia delle morti di 12 bambini in un attacco aereo su una scuola secondaria a Raqqa, nel nord est della Siria, lo scorso 29 Settembre.  Il resoconto sull’accaduto ha riportato che in totale 14 persone, la maggior parte delle quali studenti, sono stati uccisi nell’attacco sul Ibn Tufail Commercial Secondary School attorno alle ore 8.00 del mattino di domenica,  il primo giorno di scuola del nuovo anno scolastico. Fatti come questo sottolineano i pericoli che i bambini devono affrontare mentre cercano di continuare il percorso scolastico durante l’attuale conflitto, e aiutano a spiegare perché molti genitori non vogliano correre rischi mandando i proprio figli a scuola. L’Unicef ha ripetutamente chiesto a tutti le parti coinvolte nel conflitto di smettere di colpire le scuole, e invece di riconoscerle come ‘aree di pace’ dove i bambini possono trovare sostegno e rifugio. L’Unicef condanna questo attacco nel modo più duro possibile e ancora una volta chiede a tutte le parti coinvolte nel conflitto, compreso il governo della Siria, di proteggere in ogni momento i bambini dagli effetti del conflitto.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *