Profughi, “Milano sta facendo la sua parte”. Europa si gira dall’altra parte

Pubblicato il 15 giugno 2015 - da
0 0 0 No comments

Profughi. Pisapia: “c’è chi urla e sbraita e chi trova la soluzione impegnandosi giorno e notte”

16738988-kQyG-U430201047307614gd-1224x916@Corriere-Web-Milano-593x443Milano, 15 giugno 2015 – “Da tempo stiamo cercando un luogo per accogliere in maniera dignitosa i profughi in arrivo (purtroppo senza preavviso da parte di chi di dovere) e già ieri abbiamo detto in sede di Comitato Ordine Pubblico e Sicurezza che entro mercoledì questo posto sarà pronto e disponibile. Questa notte abbiamo dato assistenza, un pasto e un letto a oltre 1200 profughi, mentre solo un centinaio non hanno accettato la proposta del Comune, rimanendo all’esterno della Stazione per l’impossibilità di utilizzare il mezzanino. Dopo aver passato la notte con i volontari, stamattina ci siamo mobilitati con il Comitato Ordine Pubblico e Sicurezza per trovare una soluzione temporanea fino a mercoledì, in modo di risolvere una situazione inaccettabile sia per il decoro della città che per il doveroso aiuto a chi scappa dalla guerra, dalla fame e dalle torture. A fronte di una iniziale mancata disponibilità da parte di Grandi Stazioni, il Prefetto e l’Amministrazione hanno fatto tutto il possibile per trovare una soluzione dignitosa e immediatamente praticabile”. Lo afferma il Sindaco di Milano Giuliano Pisapia. “Ora è stata trovata la soluzione, che permetterà di accogliere in centri di assistenza oltre 1.200 profughi e di fare le necessarie visite mediche a chi arriva con i mezzi più diversi in stazione. Ribadisco, dopo averlo già detto ai giornalisti stamattina, rispondendo alle numerose e insistenti domande, che non ci sono soluzioni facili e immediate e che, mentre c’è chi parla, urla, sbraita e semina paura e odio, noi non abbiamo mai smesso di impegnarci, giorno e notte, per trovare una soluzione dignitosa per la città e per i profughi. Ora posso dirlo: pure in una situazione di estrema difficoltà la soluzione è stata trovata. Lavoreremo anche nei prossimi giorni per la soluzione definitiva, continuando a garantire sicurezza per i nostri cittadini e dignità per chi vive in una situazione di disperazione e che, ricordiamolo, non intende rimanere a Milano ma cerca di raggiungere conoscenti e familiari in altri Stati europei. Il mio ringraziamento va ai tanti volontari, alle associazioni laiche e religiose e a tutti coloro che hanno dimostrato  grande senso di umanità e solidarietà, mentre si commenta da sé il comportamento di chi è solo capace di criticare non prospettando mai soluzione realistiche e realizzabili. Milano sta facendo la sua parte, mentre purtroppo altri, prima di tutto l’Europa, si voltano dall’altra parte”, conclude il Sindaco Pisapia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *