Parità di genere: Reschigna, c’è ancora molto lavoro da fare

Pubblicato il 22 novembre 2017 - da
0 0 0 No comments

Audizione nella I commissione della Camera di una delegazione della Conferenza delle Regioni

“L’obiettivo condiviso è quello di un accesso paritario nelle sedi istituzionali e nei diversi centri decisionali pubblici. Ma c’è ancora molto lavoro da fare” lo ha detto Aldo Reschigna, Vice presidente della Regione Piemonte e Coordinatore Vicario della Commissione Affari Istituzionali della Conferenza delle Regioni, intervenendo in una audizione che si è tenuta presso la prima Commissione della Camera alla quale ha partecipato anche la Vice presidente della Regione Basilicata, Flavia Franconi.
Nel corso dell’incontro, avvenuto nell’ambito di una indagine conoscitiva, il Vice presidente del Piemonte ha lasciato agli atti un documento della Conferenza delle Regioni che, fra l’altro, fornisce dati e tabelle sull’ attuale presenza delle donne nelle Regioni e nelle Province autonome e nei diversi luoghi di decisione. Specificamente si fa riferimento al numero di Dirigenti e Direttrici regionali, di Presidenti e componenti dei Consigli di Amministrazione di enti strumentali regionali e di società a partecipazione regionale, nonché al numero di Direttrici di enti, aziende regionali, comprese le Asl e le Aziende Ospedaliere, e di società a partecipazione regionale.
“In generale i dati raccolti – ha spiegato Reschigna – dimostrano quanto sia ancora limitata la presenza delle donne nelle sedi istituzionali e gestionali”.
A capo degli esecutivi, si legge nel documento presentato dalle Regioni, si conferma la scarsa presenza femminile (solo due Presidenti donna) e nella composizione delle Giunte si registra un quadro alquanto disomogeneo: fra gli Assessori le donne sono presenti mediamente per il trentacinque per cento, ma con punte positive del settantacinque o del cinquanta per cento.
Nella struttura burocratica di Regioni e Province Autonome – prosegue l’analisi lasciata agli atti della Commissione – le dirigenti costituiscono mediamente il trentanove per cento dei componenti il ruolo dirigenziale, percentuale che scende tuttavia al trentadue per cento quando si considerano i soli vertici della struttura (Segretari Generali e Direttori).
Il documento della Conferenza delle Regioni raccoglie anche sedici schede relative alle politiche per le pari opportunità adottate a livello di singole regioni.
“La lettura delle schede – ha concluso Reschigna – dimostra da un lato la difficoltà di affermazione del principio di parità di genere, ma dall’altro evidenzia come alcune Regioni abbiano riservato particolare attenzione a questo tema e si siano dotate di un quadro normativo a favore della parità fra uomo e donna e, soprattutto, per contrastare la violenza nei confronti delle donne”.
Tabella relativa alla composizione delle Giunte regionali
Regioni Le Presidenti Totale Assessori Di cui donne Percentuale Donne
Abruzzo 7 1 14%
Basilicata 5 1 20%
Bolzano (provincia) 7 2 29%
Calabria 7 3 43%
Campania 8 6 75%
Emilia-Romagna 10 5 50%
Friuli Venezia Giulia 1 9 4 44%
Lazio 10 4 40%
Liguria 7 2 29%
Lombardia 14 6 43%
Marche 6 3 50%
Molise 3 0 0%
Piemonte 11 4 36%
Puglia 10 2 20%
Sardegna 12 4 33%
Sicilia 12 4 33%
Toscana 8 4 50%
Trentino Alto Adige 4 1 25%
Trento (Provincia) 7 1 14%
Umbria 1 5 1 20%
Val d’Aosta 7 1 14%
Veneto 10 3 30%
TOTALE 2 179 62 35%
Tabella relativa alla composizione dei Consigli e delle Assemblee regionali
      Ufficio di Presidenza Consiglio Regionale
Regioni Le Presidenti del Consiglio Le Presidenti Commissioni Consiliari Totale Di cui donne Percentuale donne Totale* Di cui donne Percentuale donne
Abruzzo 5 0 0% 30 2 7%
Basilicata 4 0 0% 20 0 0%
Bolzano (provincia) 1 5 1 20% 34 10 29%
Calabria 5 0 0% 30 2 7%
Campania 1 7 2 29% 50 13 26%
Emilia-Romagna 1 3 7 2 29% 49 16 33%
Friuli Venezia Giulia 7 0 0% 48 10 21%
Lazio 6 1 17% 50 10 20%
Liguria 1 3 0 0% 30 5 17%
Lombardia 5 2 40% 79 15 19%
Marche 5 1 20% 29 6 21%
Molise 1 5 0 0% 20 3 15%
Piemonte 2 6 2 33% 49 13 27%
Puglia 1 5 0 0% 50 4 8%
Sardegna 9 1 11% 59 4 7%
Sicilia 2 10 0 0% 87 15 17%
Toscana 5 1 20% 39 10 26%
Trentino Alto Adige 6 1 17% 69 17 25%
Trento (Provincia) 1 5 0 0% 34 7 21%
Umbria 1 3 1 33% 20 3 15%
Val d’Aosta 5 1 20% 34 5 15%
Veneto 5 0 0% 50 11 22%
TOTALE 3 12 123 16 13% 960 181 19%
* nel conto dei consiglieri regionali non sono compresi i Presidenti del Consiglio regionale
Fonte:regioni.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, a scopi pubblicitari e per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Per maggiori informazioni o negare il consenso, leggi l'informativa estesa. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Leggi informativa

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi