Ornella Muti nel in Basilicata: Venosa diventa set per la commedia romantica Wine to Love

Pubblicato il 6 dicembre 2017 - da
0 0 0 No comments

Il comune lucano di Venosa, principale produttore del vino aglianico, oltre a festeggiare una grande annata, festeggia anche l’arrivo di Ornella Muti che fa di questa cittadina e del suo vino parti integranti della sua commedia romantica “Wine to Love”

Di Vito Nicola Lacerenza

Non importa essere viticoltori, sommelier o persino astemi per sapere che un’antica tradizione vinicola è scandita da annate ottime e non. Eppure, qualcuno potrebbe essere sorpreso nello scoprire che una vendemmia può essere fortunata. A Venosa, in provincia di Potenza, mentre si imbottiglia il migliore vino aglianico degli untimi vent’anni, l’attrice Ornella Muti gira le riprese della sua commedia romantica “Wine to Love”, che vede questo vino “protagonista”. Non capita tutti i giorni, infatti, che un’attrice, icona di bellezza per milioni di italiani, faccia visita alla cittadina lucana. «Io a Milano abito in centro c’è un traffico… un casino fino alle tre di notte» – dice Ornella Muti nei panni di Elisa, nel film “il bisbetico domato”, spiegando ad un campagnolo, interpretato da Adriano Celentano, il motivo per cui le piace la campagna. Venosa, come del resto la Basilicata, non sfugge al fascino della vita rurale, perciò viene da chiedersi se Ornella Muti ami la tranquillità dei campi anche fuori dall’occhio delle videocamere. «“Venosa è bellissima” mi ha detto e ha ripetuto più volte che qui si mangia bene» – racconta Tonino, che ha avuto l’onore di parlare con l’attrice- «uno potrebbe credere che una donna famosa, come la Muti, sia arrogante e spocchiosa, mentre è tutto il contrario! Pensa che quando le ho detto che non ho mai visto un suo film si è messa a ridere- continua Tonino- subito dopo le ho chiesto un autografo per mia nipote… non solo non si è fatta pregare, ma mi ha mostrato una cordialità e una sincerità che non mi sarei mai aspettato da una donna che, alla sua età, è ancora bellissima- aggiunge Tonino- anzi, per me è più bella adesso, da giovane mi sembrava un po’ pacioccona». Parole cariche d’entusiasmo che descrivono due bellezze: quella di Venosa che con la sua storia e i suoi sapori sa sorprende chiunque la visiti e quella di un’attrice che sa fare del carattere il suo lato più attraente. «La classe, quella donna ha classe, per questo è diversa dalla classica “gnocca” che vedi in alcuni film» – spiega Giovanni- «anche quando Ornella Muti faceva le scene di nudo non era mai volgare. Sarà il modo di muoversi, di camminare, oppure gli occhi… non so spiegartelo… vediti “il bisbetico domato”, che all’epoca l’abbiamo visto tutti, così capisci». In somma, ottimo vino, paesaggi meravigliosi e grande cordialità sono il ringraziamento che Venosa offre ad Ornella Muti per aver scelto questo splendido angolo del Vulture Melfese come set. Un’ ottimo auspicio per la cittadinanza e per il film.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, a scopi pubblicitari e per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Per maggiori informazioni o negare il consenso, leggi l'informativa estesa. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Leggi informativa

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi