Non bisogna abbassare la guardia, i dati sulle infezione da HIV in Italia

Pubblicato il 2 dicembre 2017 - da
0 0 0 No comments

Nella Giornata mondiale contro l’AIDS 3.451 sono le nuove diagnosi di infezione da Hiv in Italia, tra loro moltissimi i giovani tra i 25 e i 29 anni di età

I dati sulle nuove diagnosi di infezione da HIV evidenziano, per il 2016, in Italia, 3.451 casi (Not Ist Super Sanità 2017). Anche se il dato è in lieve diminuzione rispetto al passato, tuttavia, sono sempre i giovani ad essere quelli maggiormente colpiti, 25-29 anni, e la via di trasmissione sessuale rimane la più frequente con l’85,6% di tutte le segnalazioni. Ancora alta la trasmissione in gruppi ad alto rischio sessuale come quello dei maschi che fanno sesso con maschi (MSM): 38%. Aumenta il numero di persone che scoprono la propria sieropositività per HIV in concomitanza alla diagnosi di AIDS o poco tempo prima: 76,3% nel 2016 vs il 20,5% nel 1996!

La Lombardia è la regione italiana con le più alte incidenze per numero di nuovi casi di infezione da HIV: 691; Milano raccoglie il 66% delle segnalazioni lombarde con 458 nuovi casi (dati ATS Città Metropolitana di Milano 2016), interessando l’83,4% dei maschi, di cui MSM il 67%. Le fasce d’età maggiormente interessate sono quelle tra i 25 e i 39 anni, un secondo picco è negli over 50. Da anni, Milano si conferma anche la città lombarda con la maggior incidenza delle altre infezioni sessualmente trasmesse (IST): sifilide e gonorrea sono cresciute, in Italia, di 8-10 volte dal 2000 ad oggi e sempre tra i giovani (Not Ist Super Sanità ). Le donne e i MSM sono tra quelli più a rischio di contrarre un’ un’infezione sessualmente trasmessa e i portatori di un’infezione sessualmente trasmessa hanno un rischio 2/5 volte maggiore di contrarre un’infezione da HIV. Il preservativo è ancora poco utilizzato: solo il 20% dell’utenza intervistata, lo usa costantemente, soprattutto le donne. La mancanza di consapevolezza e la sottostima del rischio, ancora troppo diffuse nella popolazione generale e, in particolare, in alcune fasce, sollecitano una combinazione di interventi rivolti a migliorare la conoscenza dell’infezione da HIV (e delle altre infezioni a trasmissione sessuale) e il livello di consapevolezza dei rischi infettivi del comportamento sessuale e a facilitare l’accesso ai test di screening per HIV/IST.

L’U.O.C. MTS Milano, del Dipartimento di Igiene e Prevenzione Sanitaria della ATS Città Metropolitana di Milano, è da tempo impegnata nel campo della prevenzione, sensibilizzazione, informazione in tema di HIV/IST con l’offerta di counselling, test di screening e diagnostici e terapie per le IST (ad esclusione dell’infezione da HIV), con un incremento dell’utenza dal 2010 ad oggi superiore al 200%. Numerosi i progetti di collaborazione avviati con le associazioni del privato-sociale presenti sul territorio cittadino e con altri servizi aziendali.

A Milano molti i progetti di prevenzione in corso:

“SM@RT-@IDS” in collaborazione con ANLAIDS sez Lombarda: l’applicazione SMARTSEX è stata affiancata dal sito www.smartsex.eu e dalla presenza sui principali social network (facebook, instagram e twitter). Tutte le attività mirano ad aumentare il livello di conoscenza in tema di HIV/IST;

“Università Unite contro l’HIV” in collaborazione con LILA Milano ONLUS: con il coinvolgimento dei Rettorati e delle principali Associazioni studentesche per la realizzazione di momenti formativi, informativi ed animativi inerenti le tematiche HIV/IST, all’interno di alcuni atenei milanesi;

Le azioni previste da ATS per il 1° dicembre 2017, sono le seguenti:

EASY TEST L’iniziativa nata dalla collaborazione con l’Ospedale San Raffaele e Anlaids sez. Lombarda prevede l’offerta di test rapido salivare per l’individuazione degli anticorpi specifici HIV e HCV, anche presso la UOC MTS Milano, viale Jenner 44, Milano, dalle 8.30 alle 15.00, in forma anonima, gratuita e senza appuntamento.

NO GLOVE NO LOVE Il progetto Università Unite contro l’HIV, realizzato da LILA Milano ONLUS in collaborazione con MTS di ATS, ha organizzato per la giornata del 1° Dicembre dei tavoli informativi presso i quali è stato possibile reperire informazioni su HIV/IST, condom e gadget di progetto.

SE TE NE FOTTI, L’AIDS TI FOTTE – ideazione di una campagna nazionale che ha ricevuto il Patrocinio del Comune di Milano, di Pubblicità Progresso e di ATS Città Metropolitana di Milano, che prevede affissioni in 12 città italiane a partire dal 30 novembre: interpretata da personaggi del mondo dello spettacolo, della tv, dello sport e da volontari legati al mondo di Anlaids che hanno deciso di mettere la loro faccia a favore di un messaggio forte e provocatorio, la campagna si rivolge a tutti con un claim chiaro e diretto.

KEEP CALM AND HAVE SAFER SEX Comune di Milano, ATS Città Metropolitana di Milano-UOC MTS rilanciano messaggi di prevenzione in tema di HIV/AIDS e infezioni a trasmissione sessuale mediante la realizzazione di post card e manifesti che verranno distribuite e affissi, in occasione di eventi pubblici e in vie e piazze della città.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, a scopi pubblicitari e per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Per maggiori informazioni o negare il consenso, leggi l'informativa estesa. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Leggi informativa

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi