Nissoli (FI): Ricordare la strage di Newtown per impegnarsi in un controllo più severo sulla vendita delle armi da fuoco

Pubblicato il 15 dicembre 2017 - da
0 0 0 No comments

Il ricordo dell’on. Nissoli a cinque anni dalla strage in cui in Connecticut (Usa) furono uccisi 20 bimbi di una scuola elementare e sei adulti

“Sono ormai cinque anni da quel terribile giorno in cui ho ricevuto una telefonata dalla scuola dei miei figli che riferiva di una sparatoria in corso nelle scuole di Newtown e Sandy Hook, Connecticut (USA). Sì, proprio una di quelle scuole dove c’erano anche i miei figli!”

Questo il ricordo dell’on. Nissoli a cinque anni dalla strage in cui furono uccisi 20 bimbi di una scuola elementare e sei adulti.

“I miei figli, quel giorno, tornarono a casa – continua l’on. Nissoli – un ritorno bellissimo ma amaro, perché il mio pensiero andava costantemente a quei bambini che non sarebbero più tornati a casa. Oggi, a distanza di cinque anni, la memoria di quel dolore rimane, sono sempre vicina ai genitori di quegli angioletti, ma è forte in me la speranza che in America ci possa essere sempre maggiore attenzione e controllo sulla vendita delle armi e soprattutto mi auguro che ci si impegni di più, sul piano politico e sociale, a curare le persone psicologicamente instabili e che possono arrecare danno al prossimo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, a scopi pubblicitari e per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Per maggiori informazioni o negare il consenso, leggi l'informativa estesa. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Leggi informativa

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi