Monte Bianco da record: il tetto d’Europa protagonista della foto panoramica più grande del mondo

Pubblicato il 5 giugno 2015 - da
0 0 0 No comments

Più di un milione di visualizzazioni per un’immagine che, stampata, occuperebbe 100 metri per 30. A fare da soggetto alla foto da guinness di Filippo Blengini gli ottomila del Monte Bianco che sovrastano Courmayeur, a 3.440 metri di altitudine, al confine tra Italia, Francia e Svizzera.  La vista spazia a 360° mettendo a fuoco anche i dettagli: canali di ghiaccio, pinnacoli di roccia, alpinisti e sciatori.

 

monte biancoCourmayeur, 5  giugno –  “Sono un ingegnere e un fotografo amatoriale. Per cinque anni, ogni mattina, partivo da Courmayeur e raggiungevo il cantiere più alto d’Europa, quello delle nuove funivie e me lo trovavo davanti, in tutto il suo splendore: il Monte Bianco. L’ho fotografato spesso, ma ero sempre insoddisfatto: come catturare in una foto tutta quella incommensurabile bellezza, e le emozioni che mi trasmetteva? Poi mia moglie Alessandra e io abbiamo avuto una grande idea”. Filippo Blengini, autore della fotografia più grande del mondo – il Guinness dei Primati sta certificando la richiesta – racconta come è riuscito, con l’aiuto della moglie, abile “cacciatrice di sponsor”, e di un team, a realizzare il famoso scatto a 360° sul Monte Bianco. Dopo mesi di postproduzione, il risultato è una foto che se fosse stampata in dimensioni reali, occuperebbe 100 metri di lunghezza per 30 di altezza. Non è stato difficile per Filippo Blengini scegliere il versante italiano del Monte Bianco, sopra Courmayeur, come protagonista di uno scatto che entrerà nella storia: un panorama unico, che nel tempo ha ispirato alpinisti, esploratori, scrittori e artisti. Un susseguirsi di ghiacciai, crepacci, seracchi, distese di neve su cui si elevano pinnacoli e creste di roccia, balconi naturali e pareti vertiginose, che compongono un quadro quasi astratto nella sua eterea bellezza. Non solo, anche per la sua vocazione internazionale: dalla vetta più alta d’Europa lo sguardo spazia tra Italia, Francia e Svizzera.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *