Le donne di Giovanni Boldini

Pubblicato il 18 marzo 2017 - da
0 0 0 No comments

Gli affascinanti ritratti di donne dell’artista Giovanni Boldini, potranno essere ammirate, sino al 16 luglio 2017, nel Complesso del Vittoriano di Roma.

di Rosalba Falzone

 La mostra, curata da Tiziano Panconi e Sergio Gaddi, raccoglie 130 opere del pittore ferrarese che operò tra la seconda metà dell’ottocento e la prima metà del novecento passando da un impronta impressionista ad una liberty, ma sempre ponendo al centro la figura della donna, esaltandone sempre la bellezza, imponente e dolce nello stesso momento, ma anche aggraziata e severa.

Donne dipinte con una estrema sicurezza esecutiva, le sue pennellate si notano sulla superficie delle tele come movimenti ritmici, una danza accompagnata da una musica di colori ricca di delicate sfumature. Il pittore delle belle donne ebbe modo di ritrarre signore italiane, ma anche francesi. Uno dei dipinti più interessanti in mostra è indubbiamente il ritratto della nobildonna della Belle Époque palermitana, Franca Florio, dove lo stile di Boldini è riconoscibile.

L’attenzione dell’osservatore viene catturata soprattutto sul volto della donna, che venne curato dal pittore nella forma e soprattutto nel colore, la pelle del volto e delle braccia sono di un delicato tono rosato, che si accentua sul volto e soprattutto sulle gote, ma la parte più attraente sono le labbra a cuore evidenziate con un vivo tono di rosso che fa pensare al corallo.

Lo sguardo di lei volto verso destra, con le iridi che seguono il verso della testa che è arricchita da una chioma corta e corvina, il suo sguardo è interrogativo, l’estrema eleganza del corpo continua grazie dal suo collo lungo al resto del fisico perfetto che è completato da un elegante vestito scuro scollato a V, sottolineato da una spilla e da una lunga collana di perle, il risultato è notevole fa pensare a un bel cigno nero, pronto per il volo. Le pennellate si allargano oltre la figura, si astraggono, dal finito all’infinito, una poesia dipinta dedicata ad una donna che potrà vivere in eterno sulla trama di una tela.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *