La Notte del liscio: Romagna da ballare

Pubblicato il 26 giugno 2016 - da
0 0 0 No comments

[AdSense-A]

Dal 21 al 24 luglio 2016 apre la balera a cielo aperto più grande del mondo. Che sabato 23 fa tappa a Cesenatico: per gli ospiti dei Ricci Hotels cd o dvd omaggio di questo genere popolare e coinvolgente.

Senza-titolo-7

È la balera a cielo aperto più grande del mondo, un omaggio in grande stile all’inno della Riviera più noto al mondo: Romagna Mia, scritta da Secondo Casadei nel 1954. È la Notte del Liscio, una quattro giorni che dal 21 al 24 luglio 2016 coinvolge 21 Comuni, dalla collina all’Adriatico, per 50 appuntamenti, oltre 30 orchestre, scuole di ballo da tutt’Italia, per far ballare dall’alba al tramonto e oltre tutti gli appassionati di mazurke, polke e valzer. Un maxi evento che fa tappa anche sabato 23 luglio 2016 a Cesenatico (FC) a partire dalle ore 17, con l’Orchestra La Storia di Romagna sul palco con la Mr Zombie Orchestra, un gruppo giovane che reinterpreta celeberrimi brani di liscio, mentre dalle ore 18, tutti gli stabilimenti balneari alzeranno il volume per far ballare gli ospiti sulla sabbia.

image001

Venerdì 22 invece, a Gatteo Mare (FC) una lunga lista di ospiti per la serata: dall’Orchestra Moreno Il Biondo & Grande Evento, Mirco Mariani & Orchestra Extraliscio, che rivisita in chiave contemporanea il folk romagnolo trasformandolo in “punk da balera” e ancora Lo Stato Sociale, iKachupa, Roberta Cappelletti, Luca Bergamini, Pio Spiriti, Luca Allevi, il comico di Zelig Off Gian Piero Pizzol, e i gruppi di ballo Alla Casadei e Casadei Danze Rimini. Un appuntamento imperdibile che gli ospiti dei Ricci Hotels di Cesenatico – ossia il Valverde e il Nettuno sul lungomare Carducci, lo Sport a pochi passi di distanza – ma anche degli appartamenti del Villa Mia nell’isola pedonale di Gatteo Mare possono vivere con qualcosa in più. Per chi prenoterà per l’occasione, un omaggio a tema: un cd o dvd, ovviamente di liscio, e una selezione di cartoline romagnole. Per questo presente, la famiglia di Secondo Casadei, “lo Strauss della Romagna”, ha scelto proprio i Ricci Hotels, che da 60 anni tengono alta la bandiera dell’ospitalità romagnola, ormai un simbolo della vacanza in Riviera. Come Romagna Mia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *