La festa dei nonni

Pubblicato il 2 ottobre 2015 - da
0 0 0 No comments

L’Italia sia a livello collettivo che famigliare deve  essere particolarmente attenta con le persone anziane

di Enrico Pianetta

Nonno-300x204Roma, 2 ottobre- Il 2 ottobre in  Italia si festeggiano i Nonni. Un tempo questo dedicato ai nonni !Quella del 2 ottobre e’ una celebrazione voluta dal Parlamento italiano che ha istituito la “Festa dei Nonni” nel  2005 su iniziativa del Senatore Pontone. Verso queste persone si esprimono sentimenti delicati di riconoscenza e apprezzamento per ciò che hanno fatto e per l’impiego che ancora svolgono  in seno alla famiglia e alla società. Nei confronti dei più fragili si esprime ancora di più una amorosa attenzione per le esigenze che la salute e le vicissitudini hanno loro riservato. L’Italia sia a livello collettivo che famigliare deve  essere particolarmente attenta con le persone anziane anche perché , come sappiamo è il paese più longevo in Europa e secondo solo al Giappone a livello mondiale , con una aspettativa di vita oltre gli 80 anni che si incrementa di 2  mesi ogni anno. Questa meravigliosa e auspicata realtà offre anche la doverosa necessità da parte delle istituzioni di prestare una particolare attenzione alle esigenze di questa fascia di popolazione per antonomasia debole per età ed impossibilitata a farsi valere.  Assistenza sanitaria e sociale , sicurezza , trasporti, previdenza sociale sono i settori che coinvolgono particolarmente le persone anziane e che destano in loro preoccupazioni e pure ansia. Quest’anno il Governo italiano non è stato particolarmente benevolo nei confronti degli anziani per quanto riguarda le pensioni ed in particolare per quanto attiene la mancata perequazione originata dalla famigerata “legge Fornero”. La stragrande maggioranza dei pensionati è rimasta delusa e solo una minoranza si è vista riconoscere il dovuto solo in minima parte – chi il 10% , chi il 20 , chi al massimo il 40 – per di più con la beffa della denominazione “bonus”. Un solo esempio , quello di Milano : su 398 000 pensionati neppure uno su cinque ha ricevuto il “bonus” con una perequazione corrispondente a circa il 25% di quanto gli era stato sottratto dalla legge Fornero. Un amara festa dei nonni dunque quellache il Governo Renzi ha voluto preparate loro. E pensare che per le famiglie e per tanti giovani , i nonni oltre a essere momento di esempio e saggezza sono di grande aiuto morale e materiale! Speriamo in qualche ripensamento anche perché la sentenza della Corte costituzionale è stata chiarissima , era immediatamente esecutiva e non poteva e non doveva essere elusa da possibili disposizioni del Governo. Ci auguriamo un ripensamento spontaneo o forse più realisticamente forzato da sentenze ordinarie che ingiungano il recupero del maltolto a favore dei pensionati come stabilito dalla Corte costituzionale. È l’augurio che facciamo a tutti i nonni pensionati insieme a quello di godere di ottima salute!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *