Inaugurato a Livorno il Centro di formazione specialistica

Pubblicato il 11 marzo 2015 - da
0 0 0 No comments

Il Centro “Bruno Gregoretti”nasce  per assicurare preparazione e qualità ai militari delle Capitanerie di porto, nell’ottica di un Corpo moderno

 

capitaneria_viareggioRoma, 11 marzo – “Centro di formazione specialistica in materia ambientale, di pesca e dei servizi d’istituto del Corpo delle Capitanerie di porto – M.A.V.M. Bruno Gregoretti”. È questa la denominazione ufficiale del nuovo polo di formazione, inaugurato ieri a Livorno, alla presenza delle autorità di governo nazionale e locale, e delle cariche istituzionali più importanti della provincia livornese. Presente il Sottosegretario di Stato del Ministero dell’ambiente, On. Silvia Velo. L’evento è stato organizzato dal Comando Generale, rappresentato ieri dall’Ammiraglio Ispettore Ilarione Dell’Anna, e dalla Direzione Marittima di Livorno, comandata dall’Ammiraglio Arturo Faraone. Dopo i saluti del Sindaco Filippo Nogarin che ha sottolineato come da sempre la Capitaneria di porto sia al fianco della città di Livorno, l’On. Velo, cui è stato riservato l’onore di tagliare il nastro augurale, ha esaltato l’importanza del lavoro svolto dal Corpo delle Capitanerie di porto per la tutela del mare. Le autorità e gli ospiti intervenuti hanno poi visitato i locali del centro di formazione. La struttura è dotata di autonoma capacità alloggiativa e dispone di 3 aule multimediali, in grado di garantire le esigenze di formazione specialistica di 85 frequentatori contemporaneamente. Gli strumenti di ausilio didattico a disposizione dei corsisti vantano le più moderne tecnologie e sono stati progettati per garantire un efficace svolgimento delle lezioni, comprese quelle tenute con il metodo didattico della videoconferenza. Tutto questo assicura preparazione e qualità ai militari delle Capitanerie di porto, nell’ottica di un Corpo moderno, aggiornato all’evoluzione continua e complessa delle normative vigenti, per garantire stretta vicinanza, in ogni tempo e luogo, alle esigenze della collettività.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *