Caso Isabella Noventa, vicini alla verità

Pubblicato il 11 giugno 2016 - da
0 0 0 No comments

È spuntato un super testimone. Riprese a pieno ritmo le ricerche del corpo della donna.

                   
di Roberta Grendene

Senza-titolo-3
Roma, 11 Giugno  – È ricominciata ieri una nuova ondata di ricerche per ritrovare il corpo di Isabella Noventa, la segretaria padovana di 55 anni scomparsa nella notte tra il 15 e 16 gennaio scorso e per il cui omicidio sono in carcere Freddy Sorgato, ex fidanzato della donna, la sorella di lui, Debora Sorgato, e la loro amica, la tabaccaia Manuela Cacco.  Sono stati gli sviluppi di queste ultime settimane a spingere la Polizia Scientifica, guidata dal pm Giorgio Falcone, a dare inizio a nuove perlustrazioni intorno all’area limitrofa al casale di Freddy Sorgato. Infatti, a distanza di quasi sei mesi dalla sparizione della segretaria, è spuntato ora un super testimone. Quest’ultimo, un pensionato vicino di casa di Sorgato, ha dichiarato agli inquirenti di aver visto l’uomo vagare con aria sospetta nelle campagne attorno alla sua villetta, da sempre indicata come possibile scenario del delitto, proprio qualche giorno prima della scomparsa di Isabella. La Polizia ha ritenuto questa testimonianza attendibile e ora con la ripresa delle ricerche si spera di trovare finalmente il corpo della povera donna. Lo vogliono i familiari, stretti in un dolore infinito e lo vuole l’Avvocato Balduin che sta lavorando intensamente da mesi per arrivare alla verità. Lo definiscono ” il trio malefico” quello dei fratelli Sorgato e la Cacco. Pare che i tre, nei giorni successivi alla scomparsa della donna, si incontrassero di notte per mettersi d’accordo in merito alle dichiarazioni da rilasciate ai giornalisti, durante i vari collegamenti in TV. Alla Cacco, in particolar modo, veniva raccomandato di prestare molta attenzione alle informazioni che poteva fornire anche involontariamente a chi le faceva domande sull’amicizia e sui rapporti tra lei e Freddy, tra quest’ultimo e la sorella, tra Isabella e Freddy e Isabella e Debora. Ad oggi Manuela Cacco è la sola ad aver dato la sua versione dei fatti raccontando di quella sera. Freddy dal carcere le ha scritto una lettera, con un “tvb” finale, come se volesse dolcemente intimare il silenzio all’amica. Ma ora forse potrebbe arrivare la svolta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, a scopi pubblicitari e per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Per maggiori informazioni o negare il consenso, leggi l'informativa estesa. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Leggi informativa

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi