Bibione, la natura diventa un’alternativa alla spiaggia

Pubblicato il 21 luglio 2015 - da
0 0 0 No comments

Bibione custodisce a pochi passi dal mare, un prezioso patrimonio ambientale protetto di eccezionale bellezza

Casoni in Laguna_Archivio APT_LRBIBIONE (VENEZIA), 21 LUGLIO 2015 – Al mare sì ma non sempre in spiaggia. Le vacanze estive, infatti, si fanno sempre più attive e green e le giornate alla scoperta della natura circostante diventano una vera alternativa rilassante e divertente a sdraio e ombrellone. Bibione – località in provincia di Venezia e tra le prime d’Italia per numero di presenze – nota come destinazione balneare, custodisce, a pochi passi dal mare, un prezioso patrimonio ambientale protetto di eccezionale bellezza. Una gita immersi nella sua natura e nello spettacolo che essa offre è una scelta sempre più in voga tra i turisti. Tra voglia di avventura e ricerca di tranquillità. Rigogliosa e vibrante, la natura di Bibione è tutta da esplorare. Le possibilità sono tante e adatte a tutti i gusti: prendendo a noleggio un piccolo motoscafo o con una gita organizzata si può visitare la splendida laguna, un susseguirsi di canali, isolotti e barene dove la biodiversità regna sovrana. Qui sono ancora conservati i casoni, antiche dimore dei pescatori fatte di canne e legno. Un esempio raro di architettura spontanea e una testimonianza ineguagliabile della vita di un tempo che non c’è più. Chi, invece, preferisce l’avventura sceglie la Valgrande, territorio magico e incontaminato che è possibile visitare a piedi, a cavallo, in bicicletta, con il kayak o con un servizio guide in lingua. 360 ettari di canneti, specchi lacustri, boschi e bacini ne fanno una valle da pesca intensiva di cefali, branzini, anguille e orate ma anche un’oasi naturalistica riconosciuta come Zona di Protezione Speciale e Sito di Importanza Comunitaria, che conserva al suo interno fiori e piante rari, daini, cinghiali e cavalli allo stato brado. Nascosti nella vegetazione, si possono vedere anche i resti della villa romana Mutteron dei Frati dove sono ancora visibili i mosaici di un tempo. Un percorso ideale per passare una giornata fuori dal mondo reale in cui il silenzio è rotto solo dai richiami degli uccelli e dal guizzo di qualche pesce.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *