Anziani e Bambini … Testimoni di un Tempo

Pubblicato il 23 dicembre 2017 - da
0 0 0 No comments

Il progetto della scuola dell’infanzia Gianni Rodari di Giulianello di Cori. Natale in Tour di fine anno per gli alunni delle sezioni A~B~C~D che hanno trascorso tre giornate con i nonni ospiti delle strutture locali Casa di Riposo “Villa Ascenzia”, Centro socio culturale “Il Ponte” e Parrocchia San Giovanni Battista.

Si è conclusa in questi giorni la fase iniziale del progetto dell’Istituto Comprensivo Statale di Cori “Cesare Chiominto” – “Anziani e Bambini … Testimoni di un Tempo” –  che ha visto protagonisti gli alunni e le insegnanti delle sezioni A~B~C~D della scuola dell’infanzia “Gianni Rodari” di Giulianello, e gli ospiti e gestori della Casa di Riposo “Villa Ascenzia”, del Centro socio culturale “Il Ponte” e della Parrocchia San Giovanni Battista.

Il “Natale in Tour” – tre tappe nelle tre strutture locali – è stato l’epilogo delle attività svolte dai piccoli nella prima parte dell’anno scolastico. Si sono esibiti in recite, balli e canti, ascoltato e condiviso con i nonni narrazioni e usanze natalizie. A loro hanno donato i propri lavoretti: biscottini di pan di zenzero preparati in classe nel laboratorio di pasticceria “Gli allegri pasticcioni”, un alberello di Natale costruito con legnetti e una raccolta di generi alimentari destinata agli indigenti.

Il progetto “Anziani e Bambini … Testimoni di un Tempo” punta a recuperare il senso e il valore del tempo attraverso l’interazione fra generazioni, dando rilevanza alla figura dell’anziano, testimone e custode di antiche tradizioni. I bambini approcciano a manualità che richiedono pazienza e concentrazione, cominciano a riconoscere il ruolo sociale degli anziani, sviluppano capacità di ascolto e sperimentano il tempo della natura che in origine scandiva i ritmi di vita.

Il differente rapporto dei giovani e degli anziani con il tempo è stato considerato da vari punti di vista. Tre in particolare. L’alternanza di impegni che caratterizza la stagione della giovinezza e la rountine tipica della vecchiaia. La diversa quantità e qualità del tempo libero a disposizione, appannaggio dei ragazzi di ieri rispetto a quelli di oggi. Il modo di vivere la quotidianità, con i giovani proiettati verso il futuro e gli anziani fermi nella contemplazione del passato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, a scopi pubblicitari e per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Per maggiori informazioni o negare il consenso, leggi l'informativa estesa. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Leggi informativa

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi