Angela Pirozzi candidata al Senato nella circoscrizione Nord e Centro America seconda nel voto dopo la Alderisi che risiede in Italia

Pubblicato il 11 marzo 2018 - da
0 0 0 No comments

Angela Maria Pirozzi, avvocato, alla sua prima esperienza elettorale riporta 6743 voti al Senato nella Circoscrizione Nord e Centro America; un risultato che fa ancora sperare chi crede che la competenza, in politica, è un valore.

In soli 3 anni, la Pirozzi ha fondato il Circolo cittadino del Partito Democratico di Ottawa (il terzo al mondo), è stata eletta Delegata all’Assemblea Nazionale del PD nella Circoscrizione Nord e Centro America, candidata al Senato in quella Circoscrizione, alla sua prima esperienza elettorale prende 6743 voti, sbaraglia 9 concorrenti ed è seconda solo alla Alderisi, personaggio televisivo famoso in Nord America, candidata in Forza Italia.

Angela Maria Pirozzi, Candidata del PD al Senato nella Circoscrizione Nord e Centro America, barlettana residente a Ottawa da 4 anni, si è fatta valere riportando 6.743 voti e classificandosi al secondo posto dietro Francesca Alderisi – candidata di Forza Italia residente in Italia – che si è aggiudicata l’unico seggio disponibile per il Nord America.

La Pirozzi è stata la più suffragata non solo tra i candidati al Senato del PD, ma anche tra gli altri candidati, appartenenti alle altre forze politiche, residenti in Nord America.

E’ opportuna questa specificazione, in quanto solo a partire dalle elezioni 2018, a causa del cosiddetto ”Emendamento Lupi”, sono stati ammessi anche candidati residenti  in Italia. E questo è proprio il caso della candidata eletta in Forza Italia.

Da Ottawa, questo il commento di Angela Maria Pirozzi.

“E’ un sentimento di profonda gratitudine quello che ho provato nelle ultime ore durante lo spoglio elettorale, ed è un sentimento che si consolida sempre più in me.

Una profonda gratitudine nei confronti dell’elettorato italiano in Nord America che, nelle ultime settimane, con la scheda elettorale tra le mani, ha deciso di premiare la competenza di una donna che, prima ancora di essere un politico, è una professionista, una moglie e una mamma.

Ha deciso di premiare, cioè, la voglia di riscatto di una comunità, quella italiana, che è stata protagonista di una delle più grandi diaspore della storia.

E’ un sentimento di gratitudine, il mio, verso le migliaia di persone che io e mio marito Antonio, abbiamo avuto la fortuna di incontrare nelle poche settimane di campagna elettorale che hanno preceduto il voto. Un’esperienza umana incredibile e irripetibile.

Ho ancora i loro visi impressi nei miei occhi e il loro ricordo indelebile nel mio cuore: quelle stesse persone che con il loro voto mi hanno permesso di essere la candidata al Senato più suffragata tra i candidati residenti in Nord America. Affrontare la mia campagna elettorale con il dolore della perdita del mio amato papà Enzo, scomparso circa un mese fa, è stato davvero duro per me; sapevo che non sarebbe stato facile, ma avevo deciso di dedicare a lui il mio risultato.

E la comunità italiana, stringendo le mie mani, guardandomi negli occhi e offrendomi tutto il supporto e conforto possibile, ha saputo darmi quella carica di cui avevo bisogno.

Vorrei ringraziare ognuno di loro singolarmente, così come vorrei ringraziare, con un abbraccio ideale chi dall’Italia ha fatto il tifo per me e chi ha fatto parte del mio team elettorale e che, insieme a me e ad Antonio, spesso, la notte non ha dormito o ha saltato i pasti, in nome di un ideale di libertà e di uguaglianza.

Non lo dimenticherò mai!

Angela Maria Pirozzi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *