A Al 59 Ristorante, arte internazionale e cucina gourmet italiana

Pubblicato il 8 giugno 2016 - da
0 0 0 No comments

Roma e altre città nei quadri di Resurreccion

Senza-titolo-24

Roma, 8 Giugno  – Arte internazionale e cucina gourmet italiana. A Al 59 Ristorante, Roma e altre città del mondo nei quadri di Resurreccion Per tutto il mese di giugno, il Ristorante dello chef Colacchio ospita le opere di Jamie Roman Resurreccion, noto artista filippino, innamorato del nostro paese Il ristorante Al 59 dello chef Alberto Colacchio ospita per tutto il mese di giugno la mostra a cura di Daniele Arzenta che propone una selezione di quadri di Jaime Roman Resurreccion, pittore di origine filippina famoso per i suoi “colpi di fulmine” per i paesaggi internazionali. Tra le città a lui più care, Roma, dove morì nel 2009. Tra le opere esposte nel ristorante di Via Angelo Brunetti 59, molti paesaggi italiani e scorci della Capitale. Tra le opere più celebri, la Fioraia del Maestro Federico Fellini.

Nato a Manila nel 1939, Jaime Roman Resurreccion fu architetto ma, soprattutto, pittore, sperimentando diversi stili e progetti. Dopo un primo periodo come ritrattista, Resurreccion si dedica alla pittura dei paesaggi, catturandone l’ironia, ma anche il romanticismo e la malinconia. Utilizza tecniche pittoriche molto diverse tra loro, dall’astrattismo all’utilizzo di forme geometriche e definite, senza tralasciare la riproduzione di paesaggi storici e solenni. Viaggiò in molte città del mondo, immortalandone l’anima nelle sue opere. Ciò che colpisce del suo nomadismo metropolitano, sono i veri e propri “colpi di fulmine” per i paesaggi internazionali, con piazze, vie e scorci così diversi tra loro, e che l’artista immortala sulle sue tele, restituendo a chi le guarda i colori e le emozioni di quei luoghi.

Tra la bellezza di Passeggiata di Ripetta e Piazza del Popolo, il Ristorante Al  59, dal 1982, offre un’occasione per degustare la cucina tradizionale romagnola unita a quella tipica romana. Le contaminazione del patron chef romano, Alberto Colacchio, si fondono con la storia e la tradizione del locale, recuperando i piatti del passato ed accostandoli a sapori moderni e dinamici. Lo Chef Alberto Colacchio, professionista di Alta Cucina Italiana con esperienza ultradecennale, è specializzato in cucina romana, abruzzese e veneta, numero 2 fra i primi cinque della capitale nella classifica del Messaggero, presente sulla Guida del Gambero rosso e di Repubblica. Insieme alla moglie Manuela Ciofi, gestisce il Ristorante Al 59.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, a scopi pubblicitari e per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Per maggiori informazioni o negare il consenso, leggi l'informativa estesa. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Leggi informativa

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi